Centro Semiresidenziale

Il Centro Semiresidenziale accoglie soggetti con disabilità psico-fisica medio-grave non più scolarizzati che svolgono attività abilitativo-riabilitative con orario continuato dalle ore 08.30 alle ore 16.00 dal lunedì al venerdì.

Le educatrici del Centro

Lecca Manuela
Educatrice professionale e Coordinatrice del Semiresidenziale
Lavora al C.A.R.E.S. dal 2007
Annibali Valeria
Educatrice
Lavora al C.A.R.E.S. dal 2006
Falaschi Chiara
Educatrice professionale
Lavora al C.A.R.E.S. dal 2015
Calafiore Michela
Educatrice
Lavora al C.A.R.E.S. dal 2014
Fontana Cristina
Educatrice
professionale
Lavora al C.A.R.E.S. dal 2016

Le OSS del Centro

Marciano
Anna
Lavora al C.A.R.E.S. dal 2014
Piancini
Annamaria
Lavora al C.A.R.E.S. dal 2018

Il Presidio Semiresidenziale è uno spazio openspace articolato in modo da garantire alle persone che ne usufruiscono, un ambiente sereno, una efficace ed efficiente risposta ai bisogni e l’assenza di barriere architettoniche; dispone di educatori professionali, operatori socio sanitari, psicologo, fisioterapista, logopedista e direttore medico che si incontrano periodicamente per discutere dei casi. Vengono inoltre programmati incontri con le famiglie degli utenti.
È cura del C.A.R.E.S. valutare e programmare eventuali controlli specialistici in base alle problematiche segnalate dal direttore medico, dall’équipe o dai genitori.
L’obiettivo è quello di offrire alla persona adulta con disabilità un ambiente con un clima relazionale positivo e di ascolto che favorisca il mantenimento e lo sviluppo di abilità nell’ambito cognitivo, dell’autonomia personale, sociale, affettiva e occupazionale (dove è possibile) attraverso specifici laboratori ed attività di socializzazione sulla base di progetti individuali aggiornati costantemente in base all’evoluzione dei bisogni della singola persona.

Le attività svolte sono le seguenti:
  • Attività manuali ed espressive (disegno, pittura, creazione di oggetti, manipolazione, falegnameria, decoupage)
  • Attività Cognitive (accoglienza di gruppo, visione di film e documentari, interpretazione musicale, scrittura al computer o a mano, dettato, lettura giornale, attività integranti, fantacalcio)
  • Attività di rilassamento (progetto sensoriale passivo ed attivo)
  • Laboratorio di cucina
  • Laboratorio di recitazione
  • Laboratorio di trucco (progetto “immagine”)
  • Attività ludiche (Karaoke, Sarabanda, Memory, Boowling, Gioco dei mimi, Cruciverba)
  • Attività relative all’autonomia personale (igiene postprandiale)
  • Attività riabilitativo individualizzate di fisioterapia
  • Attività riabilitative individualizzate di logopedia